Category: Notizie

Rimozione rifiuti e apertura strada per l’oasi naturale dell’acqua solfurea

Nei giorni scorsi gli addetti Tekneko hanno provveduto a rimuovere in località Tre Ponti tutti i rifiuti abbandonati. Grazie a questo intervento sulla strada che dalla via vecchia Nomentana permette di giungere fino all’oasi naturale dell’acqua solfurea è stato possibile consentire di nuovo l’acceso a quest’area protetta.

L’intervento, segnalato dall’amministrazione comunale di Montelibretti, è stato eseguito nei giorni scorsi dagli addetti Tekneko. Ingenti quantità di rifiuti abbandonati da ignoti nei giorni scorsi sono stati raccolti e smaltiti correttamente.Circa 7 metri cubi di rifiuti indifferenziati (per lo più sacchi neri di grandi dimensioni) e circa 3 metri cubi di rifiuti ingombranti, come divani e mobili, sono stati raccolti e portati via.

Legambiente premia i comuni ricicloni, tre sono gestiti da Tekneko

Sono 590 i Comuni Rifiuti Free in Italia. A certificarlo è stata la 29esima edizione di Comuni Ricicloni, lo storico dossier di Legambiente che premia i migliori risultati nella gestione dei rifiuti, patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica, con la collaborazione di Conai, Comieco, CoReVe, CoRePla, CiAl, Ricrea, Rilegno, CIC – Consorzio Italiano Compostatori, Biorepack e i partner Novamont e Eurosintex.

Nell’edizione del 2022, che raccoglie i dati del 2021, i comuni gestiti da Tekneko hanno ottenuto un ottimo risultato grazie alla produzione pro-capite di rifiuti avviati a smaltimento inferiore ai 75 Kg, tornando all’incirca ai livelli dell’edizione 2020 (che premiava 598 amministrazioni comunali).

Per il Lazio nella classifica dei comuni tra i 5 e i 15mila abitanti Sacrofano si è classificato al primo posto. La cittadina di 7.412 abitanti, dove il servizio di igiene urbana viene svolto da Tekneko, nel 2021 ha raggiunto il 78,40% di raccolta differenziata.

Sempre nel Lazio ha ottenuto un importante premio anche il Comune di Ladispoli vincitore della categoria alluminio. Nella cittadina laziale gli imballaggi in acciaio e alluminio vengono separati dai restanti materiali di plastica dall’impianto di selezione Plast Srl. Nel 2021 la raccolta di alluminio si è assestata sulle 36 tonnellate.

In Abruzzo, invece, a ricevere il premio tra i comuni gestiti da Tekneko è stata la città di Avezzano alla quale è andato il riconoscimento per la qualità del rifiuto organico certificato dall’impianto Aciam e dal Cic, Consorzio Italiano Compostatori, ritenuto il migliore a livello nazionale.

Tekneko si espande nella Marche, fino al 2027 gestirà il servizio di igiene urbana a Montegranaro

Tekneko si espande nella Marche per occuparsi della gestione del servizio di igiene pubblica in un Comune di oltre 12mila abitanti. Saranno gli addetti della società che opera nel settore da ben 37 anni a gestire fino al 2027 la raccolta differenziata e altre tipologie di servizi a Montegranaro. Grazie al lavoro sinergico portato avanti dagli uffici e dai tecnici specializzati che fanno parte della squadra Tekneko si è aggiudicata l’appalto per cinque anni grazie. Montegranaro è un Comune di 12.642 abitanti nella Provincia di Fermo dove Tekneko porterà tutte le pratiche innovative in termini di igiene urbana già applicati nei numerosi Comuni serviti in Abruzzo, nel Lazio e in Puglia. “È sempre motivo di orgoglio e di grande responsabilità andare a gestire un nuovo Comune”, ha commentato il Presidente Di Carlo, “lo è ancora di più se si tratta di un Comune importante di oltre 12mila abitanti in una regione come le Marche dove andremo a lavorare per la prima volta. Come sempre per noi sarà una sfida portare le nostre innovazioni e raggiungere gli importanti obiettivi che ci siamo prefissati insieme a tutta la nostra squadra. Non mancherà la collaborazione con l’amministrazione comunale e con le realtà locali che sono un gancio fondamentale per migliorare e potenziare la differenziazione dei rifiuti e il rispetto dell’ambiente”.

Vivi in armonia con l’ambiente di Guidonia, campagna tetra-pak “Ci sono anch’io”

Un semplice gesto può fare una grande differenza. Questo il messaggio lanciato da Tekneko, in collaborazione con il Comune di Guidonia, per invitare i cittadini a ridurre i rifiuti e a osservare con attenzione la raccolta differenziata. Una campagna sulla corretta modalità di conferimento delle confezione tetra – pak, insieme a carta e cartone, per migliorare la qualità dei materiali da avviare a recupero.

Guarda il video spot

Guarda le social card per differenziare al meglio

Incendio Guidonia, Addari: centro servizi e mezzi Tekneko non sono stati coinvolti

Il centro servizi Tekneko e i mezzi della società che si occupa del servizio di igiene urbana in diversi comuni del Lazio, dell’Abruzzo e della Puglia non sono rimasti coinvolti in nessun modo nell’incendio che ieri ha interessato un’area alle porte di Guidonia”. Ad affermarlo è il responsabile delle relazioni esterne di Tekneko, Edoardo Addari, alla luce di alcune notizie non corrispondenti al vero diffuse in mattinata. “Esprimiamo solidarietà all’azienda colpita dall’incendio”, ha spiegato Addari, “il deposito si trova in una zona adiacente il nostro centro servizi che però non è stato interessato in alcun modo dalle fiamme come del resto i nostri mezzi. Smentiamo categoricamente le notizie diffuse da alcune testate che invece parlavano di un incendio nel nostro sito”. A conferma del non coinvolgimento di Tekneko nell’incendio oggi il  servizio di igiene urbana nel Comune di Guidonia si è svolto in maniera regolare.

Stop all’abbandono dei rifiuti [VIDEO]

Abbandonare i rifiuti è un reato. Tekneko, società che gestisce il servizio di igiene urbana in diversi comuni dell’Abruzzo, del Lazio e della Puglia, sta promuovendo da anni una serie di attività per contrastare le micro – discariche che continuano a sorgere ai lati delle strade o nelle zone verdi della città.

Insieme al Comune di Avezzano in queste settimane è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione per dire basta a questo fenomeno che non accenna ad arrestarsi.

Ecco il video spot

Tekneko, Comune di Avezzano e associazioni ripuliscono il Monte Salviano da quintali di rifiuti abbandonati

Tekneko, Comune di Avezzano e associazioni ripuliscono il Monte Salviano da quintali di rifiuti abbandonati. Sono stati tanti i partecipanti alla prima delle otto giornate ecologiche organizzate per ridare lustro alle aree degradate da plastica, vetro e ingombranti lasciati in mezzo al verde. Ieri mattina ben 100 persone sono passate all’info point Tekneko, società che gestisce il servizio di igiene urbana in città, per ritirare la maglietta, le borracce, il rastrello e le pinze per raccogliere i rifiuti. Dalla strada che conduce al Salviano, poi, i partecipanti si sono mossi verso il Valico raccogliendo i rifiuti abbandonati durante l’autunno e l’inverno nella zona. Durante tutta la mattinata sono stati raccolti 150 chili di plastica, 80 di carta, 130 di vetro e 985 di secco indifferenziato.

“Come sempre c’è stata un’ottima risposta da parte dei tanti volontari che si sono uniti a Tekneko e al Comune di Avezzano per questa prima giornata ecologica che si è trasformata in una grande festa”, ha commentato il Presidente di Tekneko, Umberto Di Carlo, “spiace constatare che nonostante i tanti servizi attivi, e le campagne di sensibilizzazione che portiamo avanti insieme all’amministrazione comunale, c’è chi continua ad abbandonare i rifiuti nel verde”. Dopo una ricca colazione per tutti è stato presentato dall’assessore all’Ambiente, Maria Teresa Colizza, e dal responsabile delle relazioni esterne di Tekneko, Edoardo Addari, uno spot proprio contro l’abbandono dei rifiuti.

C’è stato inoltre il saluto del presidente dell’Erci-Team Sergio Rozzi, degli spazi per l’educazione sul rischio ambientale con la Croce Rossa Italiana e con la cooperativa Ambecò. E poi torneo di dama e caccia al tesoro con l’associazione Sessantasettezerocinquantuno, e musica con Alessandro Sbrolli e Pierpaolo Battista. Prossimo appuntamento il 26 giugno nella frazione di Paterno per la seconda giornata ecologica.

Festività del 2 giugno: le novità per i comuni abruzzesi

Tekneko, in vista del 2 giugno, festa della Repubblica, ha programmato in accordo con le amministrazioni comunali dell’Abruzzo, una revisione delle attività e i servizi svolti nei vari comuni:

Arriva “Atelier del riciclo” ad Avezzano: meno rifiuti e vita più lunga agli oggetti


Nell’ambito della settimana della riduzione dei rifiuti, promossa dal Comune di Avezzano, dall’assessore all’Ambiente Maria Teresa Colizza e dalla Tekneko, aprirà l’Atelier del riciclo per sensibilizzare i ragazzi alla riduzione dei rifiuti. Gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado della città potranno approfondire la tematica dei rifiuti e concentrare l’attenzione sulla tematica del “waste packaging”, letteralmente “i rifiuti da imballaggio”.
“Continuiamo a sensibilizzare le coscienze dei ragazzi”, ha spiegato l’assessore Colizza, “il principio è: produrre meno rifiuti e riciclare di più. Iniziative come queste promuovono azioni di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti. Ma come si può ridurre concretamente la produzione di rifiuti? Allungando la vita agli oggetti, rimettendo a nuovo, riparando, riciclando e stimolando una mentalità nuova e più attenta alle esigenze dell’ambiente”. Nel centro culturale polifunzionale ex scuola “Montessori” ad Avezzano, dal 30 maggio al 3 giugno, verranno realizzati laboratori creativi e seminari di approfondimento rivolti agli alunni per promuovere una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti. Il personale di Ambecò, centro di educazione ambientale, insegnerà ai bambini a realizzare una mangiatoia per gli uccelli e altri manufatti grazie ai materiali di recupero.
“Tekneko è da sempre attenta all’educazione e alla sensibilizzazione delle comunità in cui opera”, ha commentato Umberto Di Carlo, Presidente di Tekneko, “proprio per questo organizziamo, o compartecipiamo, a eventi che possano favorire la cultura del rispetto dell’ambiente in cui viviamo, ma anche della riduzione dei rifiuti e del riciclo. Solo attraverso la consapevolezza che ogni rifiuto può avere una seconda vita e che l’eliminazione degli sprechi, può essere un valore aggiunto, possiamo mirare a un futuro ecosostenibile e più rispettoso della terra in cui viviamo”.