Guida alla Raccolta Differenziata

Riciclare è un'arte vecchia quanto l'uomo: dettata dalla necessità, ha sviluppato una straordinaria creatività che ha inventato nuove vite per un'infinità di oggetti e materiali. Ricordiamo i quilt americani e le suole delle pantofole friulane: due diversi riusi degli abiti dismessi.

Temporaneamente soffocata dal consumismo, l'arte del riciclare oggi vive la sua nuova stagione. Artisti, designer e architetti ne hanno fatto il loro manifesto: partendo da ciò che gli altri hanno scartato, interpretandolo come preziosa risorsa, trasformandolo, gli hanno dato una seconda vita. Ma gli esempi sono davvero infiniti, spesso poetici, a volte geniali.

Il riciclo è entrato in sordina nelle nostre vite, come una seccatura, un obbligo in più, e in poco tempo è diventato un modo di vivere. C'è una seconda vita potenziale nelle lattine, nelle bottiglie di plastica, nei giornali, nei vecchi frigoriferi… impariamo a conoscerla e ad apprezzarla. I Rifiuti Urbani sono una semplice conseguenza delle nostre abitudini di vita: tutti noi quotidianamente produciamo rifiuti. Circa il 60% di ciò che acquistiamo in meno di due giorni diventa rifiuto, con notevoli sprechi di denaro (il rifiuto in discarica ha un "pesante" costo), di materie prime, di consumo energetico e gravose conseguenze per l’ambiente.

Noi abbiamo il dovere di bloccare questo spreco!!

"celluloide, parkesite, bakelite, polistirolo, nylon, polipropilene"

Imballaggi di Plastica
Imballaggi di Plastica Maggiori informazioni

"Riciclare carta e cartone significa salvaguardare il patrimonio forestale"

Carta e Cartoncino
Carta e Cartoncino Maggiori informazioni

"I rifiuti organici sono tutte le sostanze di origine vegetale o animale"

Umido ed Organico
Umido ed Organico Maggiori informazioni

"I metalli sono sempre stati importanti nella storia dell’uomo. Tra i nostri rifiuti li incontriamo soprattutto come contenitori di cibo o bevande"

"E’ considerato “indifferenziato” tutto ciò che non si può riciclare."

Indiferrenziato
Indiferrenziato Maggiori informazioni

"Il vetro è comunemente noto come il materiale riciclabile per eccellenza"

Imballaggi di vetro
Imballaggi di vetro Maggiori informazioni

"Questi rifiuti “verdi” possono essere smaltiti, come i rifiuti organici, anche con compostiere domestiche."

Sfalci e potature
Sfalci e potature Maggiori informazioni

"altro"

Altri rifiuti
Altri rifiuti Maggiori informazioni

"Riciclare carta e cartone significa salvaguardare il patrimonio forestale"

Beni durevoli
Beni durevoli Maggiori informazioni

"I residui di molti rifiuti restano attivi per oltre 30 anni"

Pile e farmaci
Pile e farmaci Maggiori informazioni

I rifiuti, definiti dalla direttiva 2008/98/CE (articolo 3, paragrafo 1) come "qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l'intenzione o l'obbligo di disfarsi" (recepita in Italia dal Dlgs 205/2010, correttivo della parte IV del Dlgs 152/2006), costituiscono potenzialmente un'enorme dilapidazione di risorse sotto forma sia di materiali sia di energia. Inoltre, la gestione e lo smaltimento dei rifiuti possono avere un forte impatto ambientale. Le discariche ad esempio, occupano spazio e possono provocare l'inquinamento del suolo, dell'acqua e dell'aria, mentre l'incenerimento, se non correttamente regolamentato, può diventare una fonte di emissione di inquinanti atmosferici pericolosi. Le politiche UE di gestione dei rifiuti mirano pertanto a ridurne l'impatto sull'ambiente e sulla salute e a promuovere un uso efficiente delle risorse.

L'obiettivo a lungo termine di tali politiche è la riduzione dei quantitativi di rifiuti prodotti e, allorché la loro produzione è inevitabile, la promozione dei rifiuti come risorsa e il conseguimento di livelli più elevati di riciclaggio e uno smaltimento dei rifiuti sicuro. L'approccio dell'UE alla gestione dei rifiuti si basa su tre principi: prevenzione dei rifiuti, riuso e riciclaggio e miglioramento dello smaltimento finale e del monitoraggio. La prevenzione dei rifiuti può essere assicurata con il ricorso a tecnologie più pulite, alla progettazione ecocompatibile o ad abitudini di produzione e di consumo ecoefficienti. La prevenzione dei rifiuti e il riciclaggio, focalizzati sulle tecnologie dei materiali, possono ridurre anche l'impatto ambientale delle risorse utilizzate, limitando l'estrazione di materie prime e la trasformazione durante i processi di produzione. La Raccolta Differenziata è stata introdotta allo scopo di intercettare tutti quei materiali recuperabili, che attraverso dei cicli di trattamento, possano tornare ad essere utilizzati.

La Raccolta Differenziata evita perciò che tanti materiali ancora utili vadano a finire in discarica. Accumulare rifiuti in discarica, infatti, comporta l’abbandono, seppure controllato, di materiali che non torneranno più nel ciclo della produzione, almeno nel breve periodo. Le discariche hanno aree limitate che nel tempo tendono ad esaurirsi, rendendo necessario attrezzare nuove aree da destinare ad altre discariche.

Perché fare la Raccolta Differenziata

I rifiuti che separi vengono riciclati e diventano altri prodotti, limitando così l’uso di materie prime, come ad esempio:  − 3 lattine per realizzare un paio di occhiali;  − 30 flaconi di plastica per realizzare una sedia;  − da ogni bottiglia di vetro recuperata si ricava una bottiglia di vetro nuova;  − grazie al riciclo di carta e legno le foreste europee sono in aumento.

Per garantire un futuro migliore ai nostri figli nel rispetto dell’ambiente, evitando di sprecare risorse preziose.