Diminuiscono i rifiuti abbandonati, aumenta la percentuale di raccolta differenziata e dal 2019 la carta carta riciclata ad Avezzano sarà utilizzata dalla Cartiera per la produzione del cartoncino. Sono questi gli importanti risultati presentati ieri dal presidente di Tekneko, Umberto Di Carlo, e dall’assessore all’Ambiente Crescenzo Presutti. Numeri importanti che nel 2018 hanno permesso alla società che gestisce il servizio di igiene urbano in città di ridurre drasticamente la quantità di rifiuti abbandonati in strada grazie a una serie di iniziative mirate messe in campo in accordo con il Comune di Avezzano.

“Abbiamo organizzato 5 giornate ecologiche in collaborazione con le associazioni del territorio arrivando a raccogliere tra il Salviano e le frazioni migliaia di chili di rifiuti”, ha precisato Presutti, “nel 2016 il totale dei rifiuti raccolti era di 206.890 chili, mentre nel 2018 sono stati 91.800 chili per un totale di 1.530 interventi. Questo è stato possibile attraverso le campagne di sensibilizzazione e il censimento che ha portato a scovare circa 800 nuove utenze non in regola con la Tari. Nel 2017 le utenze erano 18.329 ora siamo arrivati a 19.152. Siamo a metà della ricognizione e spero che ne scoveremo altre”.

Buoni i risultati della differenziata nel 2018 che è arrivata a superare la quota del 70 per cento. “L’obiettivo del 70per cento era un nostro sogno e siamo riusciti a raggiungerlo nel 2018”, ha aggiunto Di Carlo, “nel 2019 punteremo anche all’obiettivo plastica zero e lavoreremo con Comieco per impegnare la carta riciclata ad Avezzano nella Cartiera. Siamo il primo esempio in Italia di economica circolare a chilometri zero. La Cartiera era destinata a chiudere, ora invece ha riaperto e lavorerà il cartoncino realizzato con carta riciclata proprio nel territorio”. Presutti ha inoltre annunciato che nel 2019 non saranno più autorizzate manifestazione che utilizzano stoviglie in plastica.